Proprietà della piperina


Tra tutte le spezie, il pepe è probabilmente quella più conosciuta e diffusa tanto da meritarsi l’appellativo di “re delle spezie”.
Apprezzato per il sapore, molti ne ignorano però le straordinarie proprietà curative e farmacologiche derivate dal suo alcaloide principale, la piperina.

Il pepe e la piperina

In cucina il pepe è un ingrediente indispensabile e piuttosto economico, ma nell’antichità era così raro e prezioso da essere utilizzato come moneta.
Nell’antica medicina Ayurvedica era utilizzato come un farmaco in grado di curare molte malattie e un afrodisiaco, e questo spiega il suo elevato valore.
Il suo particolare gusto piccante è dovuto alla piperina.
La piperina è una sostanza che si trova principalmente nello strato superficiale del frutto del pepe nero, e in percentuale minore nel seme. Fu isolata per la prima volta nel 1820 da un chimico danese, e da allora sono stati condotti numerosi studi e ricerche sui benefici che è capace di apportare all’organismo.

Proprietà benefiche della piperina

proprietà della piperinaDa sempre utilizzata per contrastare problemi di digestione, respiratori, inappetenza e anemia, di recente sono state scoperte altre straordinarie proprietà della piperina. In particolare dal 2012 si è imposta all’attenzione come un integratore capace di stimolare il metabolismo, dunque un alleato prezioso nella lotta contro i chili di troppo e di conseguenza un rimedio del tutto naturale contro il colesterolo LDL, quello “cattivo”.
Meno grassi nel sangue significa anche una minore incidenza di problemi cardiaci. Inoltre favorisce il controllo della pressione arteriosa proteggendo da ictus.
Studi recenti si stanno concentrando sulle sue proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. Attualmente mancano risultati definitivi, ma nell’antichità è documentato il suo impiego nel trattamento dei dolori artritici e dell’epilessia.
La piperina potrebbe anche essere un eccellente strumento nella lotta ai tumori. Esistono infatti studi preliminari che confermerebbero la sua capacità di contrastare la formazione e la crescita delle cellule cancerogene.
Inoltre, essendo uno stimolatore dei melanociti della pelle, cioè le cellule responsabili della sua colorazione, anche in campo dermatologico si stanno studiando possibili utilizzi di questa molecola nella cura della vitiligine.

La piperina: un alleato contro la lotta ai chili di troppo

Di sostanze capaci di favorire il dimagrimento in commercio ne esistono tante, alcune veramente utili, altre del tutto inefficaci. La piperina però sembra possedere davvero la capacità di contrastare l’obesità, infatti è scientificamente provato che aumenta la secrezione di succhi gastrici nello stomaco favorendo il veloce assorbimento delle sostanze nutritive contenute nei cibi ingeriti. La rapidità con cui si svolgono i processi metabolici costringono dunque il corpo ad attingere alle riserve di grasso per produrre energia. Addirittura sarebbe in grado di inibire la formazione delle cellule adipose agendo direttamente sui loro geni.

La piperina: una sostanza naturale e sicura

Una panacea quindi? Sembrerebbe proprio di si.
Ma se da un lato la piperina possiede tantissime proprietà benefiche, non va mai dimenticato che come ogni sostanza, anche del tutto naturale, deve essere assunta responsabilmente, evitando gli eccessi e le soluzioni fai-da-te.
Proprio perché velocizza l’assorbimento delle sostanze ingerite, essa può influire sull’azione di alcuni farmaci, inibendoli o potenziandone eventuali effetti collaterali.
Inoltre, stimolando la produzione dei succhi gastrici potrebbe aumentare l’acidità e causare problemi allo stomaco.
Tuttavia non ha grosse controindicazioni e gli integratori a base di piperina sono generalmente commercializzati in capsule gastroresistenti.
In ogni caso la soluzione ideale è quella di consultare sempre il medico prima di assumerla.