Manutenzione del Pozzo Nero


Il pozzo nero
Metodo utilizzato già da tantissimi anni, non è altro che un enorme recipiente posizionato sottoterra atto a raccogliere le acque nere.

Questo viene utilizzato in moltissime zone isolate che, non hanno la possibilità di avere la classica rete fognaria. L’installazione del pozzo nero viene effettuata per avere la possibilità di uno scarico a norma di legge

la collocazione del contenitore, deve rispettare le norme dettate dalle schede tecniche che fanno parte di esso e, deve avere alcuni requisiti poiché non vi sia alcun tipo di problema. Ad esempio:il terreno dev’essere assolutamente adattabile al suo posizionamento.
Lo scavo deve rispettare la profondità.
Si deve tener conto del tipo di metratura che varia a seconda della grandezza del serbatoio e del terreno in cui viene situato.

Lo spurgo
Nel pozzo nero si deve sempre tenere sotto controllo il livello di guardia, ossia il livello massimo dei liquidi da non superare. Questo per evitare di creare seri danni, non solo ai tubi dove scorrono i liquidi, ma anche alle varie abitazioni, per tale motivo bisogna avere la massima attenzione. Una volta che si arriva a quel determinato livello, o ancora prima che questo venga raggiunto, il serbatoio necessita di un intervento per lo svuotamento.
Questa operazione avviene mediante aziende professionali, che, con appositi macchinari effettuano lo spurgo.

Affida lo spurgo del tuo pozzo nero ad aziende specizlizzate : EcolNord

ecolnord

Pulizia periodica
Ovviamente la distanza di tempo tra uno spurgo e l’altro avviene per diversi fattori: la capienza del contenitore.
La frequenza di utilizzo dei vari scarichi.
Dalla quantità di tubi delle varie abitazioni collegati all’utilizzo del pozzo nero.
Ciò nonostante, il suo svuotamento è consigliato periodicamente, anche se il limite del livello di guardia non viene raggiunto è meglio evitare spiacevoli inconvenienti.

La manutenzione
Perché il pozzo nero duri il più a lungo possibile e soprattutto rimanga in buone condizioni, ci dev’essere una particolare manutenzione verso questo.

E’ necessario un controllo periodico per evitare che alle acque nere si aggiungano anche altri liquidi, che possano influire sul funzionamento dello stesso pozzo nero, come ad esmpio, l’acqua piovana, o quelle chiamate acque grige, ovvero le acque provenienti dai vari lavabi.

Tuttavia è fondamentale per un corretto funzionamento del pozzo nero, avere un minimo di riguardo, facendo attenzione a non gettare dentro corpi estranei che possano bloccare e danneggiare il flusso di liquidi.
Basta seguire piccole ma fondamentali regole:
Evitare di buttare pannolini.
Preferire una carta igienica biodegradabile, in modo che si sciolga bene.
Non gettare cotton fioc.
Evitare l’uso eccessivo di detersivi, in quanto con il passare del tempo questi vanno a solidificarsi creando delle otturazioni.